Come diventare istruttore di scuola guida

istruttore scuola guida

Il percorso di formazione per diventare istruttore di guida è molto stimolante e, allo stesso tempo, richiede grande impegno ed una eccellente dose di forza e tenacia. Del resto, l’istruttore di scuola guida svolge un compito nobile e delicato: egli forma e prepara i suoi allievi a sostenere e superare con profitto l’esame per conseguire la patente di guida.


Come diventare istruttore di scuola guida: i compiti a lui assegnati
L’istruttore di scuola guida, come precisato in premessa, svolge un compito molto importante: si occupa, infatti, dello svolgimento e della gestione delle lezioni pratiche di guida finalizzate al superamento dell’esame  per conseguire le patenti di categoria A,B,C,D,E e CQC.

Come diventare istruttore di scuola guida: la frequenza del corso obbligatorio
La Legge prevede che tutti coloro che vogliono diventare istruttori di scuola guida debbano frequentare un corso obbligatorio abilitante. In particolare, il corso è suddiviso in 80 ore di teoria e 40 ore di guida. E’ bene precisare che le ore di guida scendono a 30 nel caso in cui il corso obbligatorio sia frequentato da un aspirante istruttore di scuola guida non in possesso della patente A.


Al termine del corso, ad ogni allievo verrà rilasciato un certificato di frequenza che sarà richiesto per sostenere l’esame di abilitazione alla professione di istruttore di scuola guida. Nel paragrafo che segue, scopriremo in cosa consiste l’esame di idoneità che costituisce l’ultimo step per diventare istruttore di scuola guida.

L’esame di idoneità per diventare istruttore di scuola guida
L’esame di abilitazione alla professione viene tendenzialmente sostenuto dal candidato presso la Provincia di appartenenza oppure presso qualsivoglia altra Provincia, nel caso in cui non siano stati emanati bandi presso la Provincia di residenza.

L’esame di idoneità abilita il candidato all’esercizio della professione di istruttore di scuola guida: si tratta di un esame molto articolato che si svolge in ben tre prove.

Nella prima “prova quiz”, il candidato dovrà rispondere ad 80 quiz del tipo patente B mentre nella prova teorica orale dovrà sostenere un esame su alcuni argomenti tratti dai programmi ministeriali. Infine, nella prova pratica, l’aspirante istruttore di scuola guida dovrà dimostrare alla commissione di aver acquisito la capacità necessaria per istruire ed indirizzare i proprio allievi alla guida di autoveicoli e motoveicoli.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*