Vespe e calabroni non sono insetti che d’abitudine attaccano l’uomo, per questo motivo è infrequente che un nido di vespe o di calabroni ci preoccupi. Può però capitare che tali nidi siano posizionati in zone molto frequentate dalle persone: il continuo passaggio può innervosire gli insetti, che possono diventare aggressivi.  In questi casi è bene intervenire in modo corretto, per eliminare il nido e gli insetti che ospita, senza diffonderli nell’ambiente circostante.

Quando i calabroni e le vespe diventano un pericolo


In condizioni normali vespe e calabroni si annidano nelle crepe dei muri o sotto la corteccia degli alberi; all’arrivo della primavera le regine cominciano a costruire il nido e a deporre le uova, da cui nascerà la nuova popolazione. Le vespe si cibano di materiale vegetale e di altri insetti e non entrano in contatto con l’uomo, di cui in genere non rubano il cibo. Il pericolo si ha quando i nidi vengono prodotti in zone vicine all’uomo, ad esempio sulle strutture di giochi dei bambini al parco, o anche nei cassonetti delle tapparelle delle abitazioni. In queste situazioni la vicinanza tra vespe e uomo è elevata e può portare a molteplici occasioni di punture.

Come intervenire


Quando il nido dei calabroni o delle vespe è molto vicino alle abitazioni o a zone frequentate dall’uomo è bene rimuoverlo totalmente, uccidendo gli insetti al suo interno e scongiurandone il ritorno. Per farlo è bene evitare i metodi fai da te: una volta toccato il nido le vespe si agitano e possono effettuare un attacco combinato contro le persone che si trovano nei paraggi. Conviene piuttosto contattare una ditta specializzata in disinfestazione, che è in grado di attuare la bonifica nel modo più corretto, che va studiato caso per caso. Sul sito https://www.disinfestazioni.napoli.it/disinfestazione-calabroni-napoli/ si possono trovare molte informazioni in merito.

Gli insetticidi


Contro le vespe e i calabroni si utilizzano insetticidi ad elevato potere abbattente, che permettono di ucciderle rapidamente, prima che riescano a fuggire o a pungere qualcuno. La puntura di vespa e di calabrone è molto dolorosa, e può anche causare shock anafilattico o reazioni allergiche importanti, in persone particolarmente sensibili. Spesso prima di cospargere il nido di insetticida si utilizzano anche metodi combinati di lotta a vespe e calabroni, come ad esempio l’uso di apposite trappole, per prelevare dall’ambiente anche i soggetti che si sono allontanati dal nido. In questo modo si scongiura del tutto il pericolo di punture agli esseri umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close